Pretendo un trasloco come quello dei film

Finalmente dopo mesi di lavori, pulizie, corse all’Ikea è arrivato il fatidico giorno del trasferimento!
Il giorno in questione è il sabato di due settimane fa e io vivo ancora con borse e scatoloni in giro per casa, libretti delle istruzioni al fianco di ogni elettrodomestico, armadi mancanti, vestiti strabordanti… è difficile!

Nelle mie idee il trasloco era una cosa facile, come si vede nei film.. qualche scatolone (che magicamente si svuota da solo), bellissimi e pulitissimi armadi (che si riempiono da soli), ogni cosa al suo posto in tre secondi… maledetti film che create false aspettative!

Il trasloco è uno stress!!!!

Intanto perchè gli scatoloni (e le valigie) prima di svuotarli devi riempirli e senza ombra di dubbio i vestiti che ci infili dentro si stropicciano e quando finalmente li tiri fuori devi ristirarli e tu neanche hai ancora comperato l’acqua distillata per il ferro da stiro e tanto meno il riduttore per poter attaccare il ferro alla corrente!

Ma, passo indietro, quelle pesantissime valigie (e scatoloni) li devi caricare in macchina, e poi scaricarli, e poi portarli su per le scale (ammetto che l’ascensore c’è ma mi mette ansia) e come se non bastasse hai la porta che per qualche assurdo motivo non vuole spalancarsi bene e ci vai a sbattere contro… ripetutamente… con il fianco… e il gomito…lividi a go-go!

Fatte le innumerevoli corse su e giù dalle scale (ed è un caldo atroce, perchè ovviamente hai scelto il giorno giusto!) hai finalmente tutte le scatole e valigie in casa… ma a questo punto sei tu che non riesci più a entrare in casa perchè c’è roba ovunque e la casa è minuscola!

Ma poi…. la roba dov’é?! quello che ti serve sicuro non lo trovi, perchè si, la candela profumata da mettere in camera la trovi subito, ma il dentifricio per lavarti i denti sicuramente l’hai dimenticato a casa dei tuoi!

Il primo giorno di lavoro dopo il trasloco nessuno ha avuto dubbi sul fatto che fossi andata a vivere da sola… vestiti stropicciati (colpa degli scatoloni), sonno atroce (perchè ho la moka ma ho dimenticato il caffè), trucco da clown (perchè ancora non mi sono abituata alle nuove luci del bagno), ma aria felice (perchè finalmente sono andata a vivere da sola!).

Dopo due settimane comincio ad ambientarmi e con questo weekend spero di far sparire anche gli ultimi scatoloni… le istruzioni degli elettrodomestici invece restano dove sono (ma questa è un’altra storia)!

Andare a vivere da sola è stata una conquista, difficile, ma pur sempre una conquista, però il trasloco…. che stresssss!!!!!