Le spiagge di Skiathos: dove andare e cosa evitare

IMG_6980

Skiathos è un’isola verdissima.
Skiathos è un’isola piccolissima.
Skiathos è un’isola che di spiagge è ricchissima.

Ebbene si, la minuscola Skiathos ha veramente tantissime spiagge, tra l’altro molto diverse tra loro, in modo da poter accontentare un po’ tutti.

Io mi sono innamorata della costa Ovest e delle sue spiagge più tranquille e isolate, voi di che spiaggia siete?

Sul mio blog vi porto alla scoperta delle spiagge di Skiathos, cliccate qui.

Le 5 cose che puoi fare solo a Skiathos

IMG_6631

In una settimana abbiamo girato Skiathos in lungo e largo. Non che ci voglia molto, in realtà… l’isola è veramente piccolissima.
In ogni caso.. ho stilato la lista delle 5 cose che si possono fare solo a Skiathos, come farsi scompigliare i capelli da un aereo che atterra o farsi la doccia attraverso una boa.
Per saperne di più, leggete l’articolo completo su That’s Smart Way.

10 motivi per andare in vacanza in Grecia

IMG_5981

Mancano poco più di 10gg e poi finalmente si parte… destinazione Skiathos.
Si, Grecia anche quest’anno e no, non ci siamo ancora stancati.

Ogni anno vagliamo mille destinazioni diverse, ma alla fine optiamo sempre per l’ennesima isoletta greca… e le ragioni sono sempre le stesse!!

Per sapere cosa mi spinge ogni anno ad scegliere la Grecia, leggete l’articolo completo qui.

Spero di contagiare anche voi 😉

tipi da spiaggia… #2

IMG_0444

E’ il padre a cui è stato affidato l’arduo compito di mettere la crema per il sole al figlio.
A fine operazione:
– il barattolo di Nivea, scartato sotto i miei occhi, è finito.
– il bambino è completamente bianco… di crema!
– è impossibile che tutta quella crema asciughi velocemente.
– il bambino vuole tornare a giocare con la sabbia.
– il bambino sembra una cotoletta.

Evviva i papà!!!!

 

Comunque, su That’s Smart Way è appena stato pubblicato un nuovo articolo con le mie spiagge di Rodi preferite… dateci un’occhio! 😉

Zante e le sue spiagge

Zante-thats-smart-way

Zante non è solo la spiaggia del Navagio (quella del relitto), ma è anche Porto Limnionas con le sue grotte e le sue stelle marine…
è Makris Gialos con le sue acque limpide…
è Gerakas dove tutto è tranquillo e ti sembra di essere in paradiso…
è Porto Roxa con i suoi tramonti da togliere il fiato…
è St. Nikolas dove provare ogni sport acquatico esistente

Zante ha tantissime spiagge, per tutti i gusti… basta saper scegliere!

Per saperne di più, leggi il mio ultimo post su That’s Smart Way!!

 

 

Zante: guida di viaggio

 

Zante-thats-smart-way

Zante non è solo spiagge mozzafiato, e mare dalle mille sfumature di blu.
Ci sono anche ulivi millenari, conventi che sembrano castelli e paesini arroccati in cima a rupi che regalano viste spettacolari!

Se vuoi saperne di più leggi il mio ultimo post su That’s Smart Way!

Zante: grotte, foche e relitti

Zante blue caves that's smart way

Sono arrivata a Zante con la convinzione che avrei visto le tartarughe Caretta – Caretta e invece ho visto una foca!!

Zante è un’isola che va assolutamente vista dal mare, con le sue scogliere a picco e le sue grotte.

Di solito, la prima cosa che facciamo quando arriviamo in Grecia è noleggiare un quad, munirci di cartina e partire alla scoperta dell’isola!

Per Zante abbiamo fatto un’eccezione e il primo giorno abbiamo fatto il tour dell’isola in barca… spettacolo!!

La nostra è stata una scelta obbligata dal fatto che alla famosa spiaggia del Navagio (quella del relitto) ci si arriva solo via mare, ma con questa scusa abbiamo potuto farci una prima idea dell’isola e sbarcare in calette inaccessibili via terra ma talmente spettacolari che era un peccato perdersele!

Per sapere tutto del nostro tour in barca, leggi il post su That’s Smart Way!!

Le spiagge più belle di Karpathos

le più belle spiagge di Karpathos

Svegliarsi, partire e vedere ogni giorno una spiaggia diversa… si, a Karpathos si può!!

Karpathos non ha spiagge lunghe dove fare passeggiate chilometriche.
No, Karpathos ha tante piccole calette, alcune facili da raggiungere, altre un po’ meno.
Alcune sempre esistite, altre si sono create dalla frana della costiera.

In una settimana, noi abbiamo fatto un po’ il giro delle varie spiagge, alcune non ci sono piaciute, ma altre ci hanno letteralmente tolto il fiato!

Per scoprire le più belle spiagge di Karpathos, leggi il mio ultimo post su That’s Smart Way, clicca qui.

 

Grecia: la guida di Karpathos

Grecia-Karpathos-Thats-Smart-Way

Se non siete mai stati a Karpathos, andateci!!!
Io ci sono stata 3 anni fa e me ne sono innamorata.
La Grecia, per quanto mi riguarda, è la meta ideale per le vacanze estive… e Karpathos la fa da padrona!
Ho trovato un’isola ancora parzialmente selvaggia, con spiagge piccole, nascoste, isolate, dove ci sei solo tu… un paradiso!
Cliccando qui potete leggere la mia guida all’isola con i consigli per girarla e amarla!
Buona lettura e buona vacanza 😉

Karpathos, l’isola del vivere lento

Se per il resto della Grecia vale la filosofia del “sigà-sigà” (piano piano), a Karpathos bisogna aggiungere un ulteriore sigà. Dimenticatevi quindi gli orologi e fatevi trasportare dal ritmo lento e senza orari dell’isola.

Karpathos è una delle isole più meridionali della Grecia, lunga poco più di 50 Km, un’unica strada che l’attraversa da Sud a nord correndo alta sulla catena montuosa che attraversa l’isola, piuttosto ventilata, arida e circondata da un fantastico mare blu.

DSC03485Una settimana trascorsa a girarla e ce ne siamo perdutamente innamorati.

La natura, ancora incontaminata dal (relativo) poco turismo, la fa da padrona, con i suoi pini marittimi, i bassi arbusti, le bellissime e coloratissime bouganville e gli immancabili alberi di ulivo.

Le spiagge sono ancora selvagge, pochissimi ombrelloni, ma qualche albero che ti offre ombra nelle ore più calde. Giusto una taverna in cui rifocillarti con i piatti del giorno (di solito o pesce fresco o maiale) e solo una stradina asfaltata ma piuttosto sgangherata, immersa nel profumo dei pini marittimi, che dalla strada principale scende verso la spiaKato Lakoggia.

Sulla costa orientale si susseguono spiagge incantevoli, le migliori dell’isola. Alcune sono raggiungibili solo attraverso stretti sentierini, che corrono, immersi nella boscaglia, sopra le alte scogliere. Quando arrivi, rigorosamente a piedi, dall’alto vedi comparire sotto di te queste piccole spiagge, quasi sempre deserte o quasi, piccole mezzelune di sassi con alle spalle la parete rocciosa e davanti il mare turchese.

Lì distesi al sole, accarezzati dalla brezza fresca, solo noi e nient’altro, sembrava di essere in paradiso, un paradiso dal quale non avremmo più voluto andarcene.

Il fondale roccioso e l’acqua cristallina ti lasciano godere uno spettacolo sottomarino da mozzare il fiato, fatto di scogli e pesci di ogni forma e dimensione. Gli scogli più grandi, che si ergono sopra il livello del mare a qualche centinaia di metri dalla riva, ma facilmente raggiungibili a nuoto, celano, poi, delle fantastiche vasche idromassaggio naturali. Che tu ti trovi sul bagnasciuga o che tu sia immerso nelle limpide acque del Mar Egeo, le sensazioni di meraviglia, unicità e spettacolo che ti offre quest’isola sono impareggiabili.Aperi2

La costa occidentale è nettamente meno turistica e frequentata a causa del forte vento meltemi che soffia spazzando le spiagge e creando onde che si infrangono con forza sugli scogli… qui il mare da turchese prende una colorazione blu intenso, ma essendo molto mosso non ti invita ad immergerti. Così anche le spiagge non sono all’altezza di quelle sull’altro lato, più grigie e sporche.

La cosa spettacolare, che vale però una gita da questo lato dell’isola è il tramonto… qui dall’alto della scogliera vedi il sole tuffarsi piano piano in un mare infuocato. Incantevole.

Essendo Karpathos un’isola prevalentemente montuosa, l’unica strada presente in tutta l’isola corre interna e alta sopra la costa. Un susseguirsi di salite e curve, ti lasciano senza fiato quando all’improvviso, davanti a te, lasciano comparire uno dei piccoli paesini spersi per l’isola e abbarbicati sopra la montagna, con le loro case bianchissime e i tetti rossi.

Il paesino più tiDSC03470pico e famoso è Olympos, lontano da tutto, nella parte più alta e settentrionale dell’isola. La strada per arrivarci è un supplizio, lunga e circondata dal niente più assoluto interrotto solo di tanto in tanto da qualche gregge di capre che con i loro campanacci al collo riempiono l’aria di suoni e ti risvegliano dal tuo torpore.
Un paese in salita, fatto di stretti viottoli e tantissimi scalini con gli abitanti ancora in vestiti tradizionali, (più per far felice il turista che per reali esigenze). Il tempo qui sembra essersi fermato, non ci sono macchine, pochissimi locali e solo qualche piccola bottega con prodotti di artigianato locale. Un’esperienza diversa e assolutamente da fare.

Se le spiagge, il mare e gli incantevoli paesaggi non fossero abbastanza per adorare quest’isola, ecco che si aggiungono anche il buon cibo e la fantastica ospitalità della gente del posto.

In qualsiasi taverna tu decida di fermarti a mangiare troverai un oste che ti verrà incontro festaDSC03266nte e che ti porterà pane nero e patè di olive (squisito!) come gesto di benvenuto. Poi non c’è che l’imbarazzo della scelta tra souvlaki (spiedini) di morbidissimo e gustosissimo maiale, gyros con tzatziki, moussaka, makarunes, calamari, feta… e per concludere un bicchierino di ouzo da bere in compagnia del proprietario.

A Karpathos, il tempo sembra essersi fermato a qualche decennio fa, la gente è rilassata, sorridente, i bambini giocano a pallone in strada e i gatti stanno accovacciati sui davanzali. A differenza di altre isole greche, la movida è pressochè inesistente e le uniche macchine che vedi passare sono quelle prese a noleggio dai turisti…

Lontano dai ritmi frenetici che hai a casa, anche tu, vedi il tuo tempo rallentare, tutto diventare più facile, zero stress, solo una sensazione di benessere e pace che ti spinge a non voler più abbandonare questa isola da sogno.