Friuli: in barca alla scoperta della laguna di Grado

Ci sono delle idee che nascono così dal niente: “prossimo anno vacanze in Croazia con barca per girare le varie spiagge”. E poi ci sono amici che approvano le idee e anzi, già cominciano ad organizzare: “domani andiamo al mare, … Continua a leggere

Le spiagge di Skiathos: dove andare e cosa evitare

IMG_6980

Skiathos è un’isola verdissima.
Skiathos è un’isola piccolissima.
Skiathos è un’isola che di spiagge è ricchissima.

Ebbene si, la minuscola Skiathos ha veramente tantissime spiagge, tra l’altro molto diverse tra loro, in modo da poter accontentare un po’ tutti.

Io mi sono innamorata della costa Ovest e delle sue spiagge più tranquille e isolate, voi di che spiaggia siete?

Sul mio blog vi porto alla scoperta delle spiagge di Skiathos, cliccate qui.

Le 5 cose che puoi fare solo a Skiathos

IMG_6631

In una settimana abbiamo girato Skiathos in lungo e largo. Non che ci voglia molto, in realtà… l’isola è veramente piccolissima.
In ogni caso.. ho stilato la lista delle 5 cose che si possono fare solo a Skiathos, come farsi scompigliare i capelli da un aereo che atterra o farsi la doccia attraverso una boa.
Per saperne di più, leggete l’articolo completo su That’s Smart Way.

10 motivi per andare in vacanza in Grecia

IMG_5981

Mancano poco più di 10gg e poi finalmente si parte… destinazione Skiathos.
Si, Grecia anche quest’anno e no, non ci siamo ancora stancati.

Ogni anno vagliamo mille destinazioni diverse, ma alla fine optiamo sempre per l’ennesima isoletta greca… e le ragioni sono sempre le stesse!!

Per sapere cosa mi spinge ogni anno ad scegliere la Grecia, leggete l’articolo completo qui.

Spero di contagiare anche voi 😉

Zanzibar: le escursioni da non perdere

IMG_0911

Zanzibar è un’isola che va esplorata, ma sopratutto vissuta, e in una settimana, si sa, non si possono fare miracoli.

Per sapere quali sono stati i miei posti preferiti dell’isola, ma anche le esperienze che consiglio di fare una volta arrivati a Zanzibar, leggete l’articolo completo su That’s Smart Way .

Zanzibar: colori, spezie e sorrisi

img_4406

Zanzibar è l’isola della rilassatezza dove “pole-pole” (piano-piano) è uno stile di vita.

Zanzibar è l’isola delle risate e dei saluti perchè tutti, e dico tutti, salutano. Non ti conoscono ma salutano, ti incrociano per strada e ti salutano, ti vedono passare in corriera, loro salutano. E non lo fanno solo con i turisti, lo fanno anche tra di loro!

Zanzibar è l’isola che profuma di spezie. A Zanzibar coltivano di tutto, frutta, patate, canna da zucchero, verdure, ma sopratutto un’infinita varietà di spezie: chiodi di garofano, curry, cannella, pepe, peperoncino, noce moscata…

L’articolo prosegue su That’s Smart Way.

Mai lasciare la strada vecchia per la nuova

Mai come oggi ho capito la verità (letterale) del detto “mai lasciare la strada vecchia per la nuova”.

Che poi, in realtà, la strada di oggi non aveva proprio nulla di nuovo, credo fosse lì dalla notte dei tempi, con tutte le sue stramaledettissime e strettissime curve (si, io soffro di mal d’auto), le sue salite che anche in prima la macchina faticava a salire, i cartelli “attenzione caduta massi” che forse è il caso di sostituire con quelli “attenzione caduta alberi”…

Si è trattata di una banalissima ( e infondo bellissima) deviazione di 3km per vedere se dopo i paesini di Pian di La e Pian di Qua (no, non scherzo, esistono veramente!) ci fosse un qualche paesino ancora più irraggiungibile! Ebbene si, l’abbiamo trovato, Patocco!
Un piccolo borgo sulla cima della collina, raggiungibile o a piedi (ci sono diversi sentieri) o in macchina, appunto, grazie a questa strada stretta, in mezzo al bosco, che in effetti ha un suo fascino, ma dopo l’esperienza di oggi io consiglio di munirsi di un buon paio di scarpe, borraccia e tentare la salita a piedi. 🙂

Un paesino minuscolo ma molto caratteristico e dall’aria romantica con case rigorosamente di sassi bianchi e con finestre piccole per tenere fuori il freddo, sperduto nel niente, ma con una vista mozzafiato su tutta la vaFoto 20-04-14 14 51 27lle sottostante.
Sicuramente difficile da raggiungere, e infatti sulle curve più di qualche coraggioso avventuriero ha lasciato parte della vernice della sua macchina sul guard rail, c’è solo una chiesetta e poche case.
Guardando bene, però, la sorpresa… molte delle case erano state ristrutturate di recente o addirittura in fase di ristrutturazione!
Alla faccia di chi dice che la montagna si sta spopolando, questo paesino sta riacquistando vitalità, magari solo in estate e nei weekend, ma c’è chi ha deciso che perdere un tale paradiso sarebbe stato un vero peccato.

Per me, amante della città, una sorpresa e una meraviglia scoprire che c’è chi è disposto, anche se per brevi periodi, ad abbandonare certi comfort, come avere il supermercato vicino casa, per ritirarsi in un’oasi di pace e tranquillità dove la strada asfaltata finisce all’ingresso del paese e dove non ci sono recinzioni a delimitare le proprietà, dove probabilmente tutti si conoscono perchè fin da piccoli sono stati portati a fare le vacanze lì a casa dei nonni e dove si può giocare fuori senza che le mamme si facciano prendere dall’ansia.

In fondo si tratta di persone che, seppur facendo delle deviazioni, hanno deciso di non abbandonare definitivamente la strada vecchia per la nuova.