#dailyLife – quando cercare casa spazza via tutte le tue certezze

Finalmente abbiamo deciso di compiere il grande passo e comperare casa. Abbiamo fatto tutte le cose con ordine e coscienziosamente: abbiamo definito un budget, abbiamo fatto un elenco di cose che la casa doveva assolutamente avere, abbiamo delimitato la zona … Continua a leggere

Hai mai provato a volare?

img_2177

Nella mia ultima estate da ventenne (ebbene si, i trenta si stanno avvicinando inesorabili), ho deciso che c’erano delle cose che andavano assolutamente provate.
Giusto per fare un due esempi: assaggiare i falafel, buttarmi da un pedalò senza scaletta e riuscire a risalire a bordo, salire in cima ad un hotel nel quale non alloggiavo, ma soprattutto…. buttarmi dalla cima di una montagna con il parapendio!!!

Decisamente un’esperienza da fare almeno una volta nella vita!
E’ elettrizzante, adrenalinico anche, e molto meno spaventoso o pericoloso di quello che si può pensare!

Per leggere della mia esperienza in parapendio, leggete il post su That’s Smart Way, basta cliccare qui!! 😉

E voi? Avete mai provato a volare?

tipi da spiaggia… #2

IMG_0444

E’ il padre a cui è stato affidato l’arduo compito di mettere la crema per il sole al figlio.
A fine operazione:
– il barattolo di Nivea, scartato sotto i miei occhi, è finito.
– il bambino è completamente bianco… di crema!
– è impossibile che tutta quella crema asciughi velocemente.
– il bambino vuole tornare a giocare con la sabbia.
– il bambino sembra una cotoletta.

Evviva i papà!!!!

 

Comunque, su That’s Smart Way è appena stato pubblicato un nuovo articolo con le mie spiagge di Rodi preferite… dateci un’occhio! 😉

Snapchat… chi??

Schermata 2016-07-08 alle 17.11.25

Ebbene, dopo mesi e mesi in cui ne sentivo parlare, ho deciso di provare Snapchat… male!
Snapchat, per chi non lo sapesse (ma ormai chi è che non lo sa???) è la novità in fatto di social network.

Registri dei video, scatti delle foto, metti un paio di filtri e condividi….
Il tutto è visibile solo da chi ti segue e solamente per 24h, poi puff… sparisce tutto e si ricomincia!

Ammetto, io all’inizio ero piuttosto restia a lasciarmi trasportare, per lo più seguivo un paio di profili che mi interessavano ma non pubblicavo nulla.
Adesso, un pochino alla volta, sto iniziando anche io a condividere perché il bello è proprio il fatto che sparisce tutto nel giro di 24ore.
Cioè, non fai neanche in tempo a vergognarti… è già stato cancellato!
Diciamo che per me che sono molto timida è un buon modo per iniziare a mettermi in gioco.

I profili che seguo registrano moltissimi Snap ogni giorno, praticamente raccontano tutta la loro giornata… io, sarò sincera, registro per lo più quando sono in viaggio perché dai… io di giorno lavoro, cosa faccio?! vi registro 8 interminabili ore seduta davanti ad un computer?!

Quindi… tutto ciò per dirvi che io sono su Snapchat e quando viaggio registro diversi Snap, quindi, se vi va, seguitemi e venite in giro con me!!!
Nella foto sopra vedete il mio nome Snapchat “thatsmartway” quindi (ma quante volte ho già detto “quindi” in questo post?!) se ancora non ce l’avete, scaricate l’App e iniziate a Snapchattare anche voi… vedrete che alla fine diventa una droga!

tipi da… treno #2

IMG_9250

I miei preferiti… quelli costretti ad un rientro anticipato dall’adunata degli alpini.

Un lungo viaggio in treno, orario aperitivo, scorte da finire.

Salatini, bicchieri di plastica, portabottiglia d’eccellenza e bottiglia di rosso!!

Finita la bottiglia nel giro di mezz’ora, poi sonnellino fino a casa!

 

La parte autentica della Repubblica Dominicana

That's Smart Way - Repubblica Dominicana

Non bastano spiagge di sabbia bianca e mare dai colori mozzafiato per farti entrare un Paese nel cuore.
Certo, aiutano, ma c’è bisogno di qualcosa in più…
Per apprezzare un Paese devi conoscerlo anche al di fuori delle zone riservate ai turisti,devi farti trasportare nel vivo della vita locale, devi conoscere persone del posto…
Io mi sono innamorata della Repubblica Dominicana appena sono scesa dall’aereo, ma solo dopo averla guardata da diverse angolazioni ho capito che era amore vero.

Sul mio blog “That’s Smart Way“, trovate il racconto del nostro “safari” nel vivo della Repubblica Dominicana.

L’attimo perfetto

IMG_7684

Tutti dovrebbero avere un “attimo perfetto”, un momento vissuto in cui tutto era perfetto. Un ricordo al quale aggrapparsi quando tutto diventa troppo stressante, troppo difficile, quando bisogna staccare un attimo.

Il mio “attimo perfetto” è stato da poco aggiornato. E’ di qualche settimana fa…

è un catamarano, con la vela bianca,
che solca le acque trasparenti del Mar dei Caraibi,
il sole che mi scalda il viso,
una leggera brezza che mi scompiglia i capelli,
una mano appena poggiata sulla barra del timone per correggere la rotta,
intorno solo pace
e nella mia testa suona “Follow the sun” di Xavier Rudd.

La pace… un attimo perfetto.

E voi avete un vostro attimo perfetto?

 

Repubblica Dominicana, l’isola della felicità

IMG_7684

Neanche un’isola, mezza isola.
A metà strada tra Cuba e Porto Rico.
Per metà bagnata dall’Oceano Atlantico e per metà dal Mare dei Caraibi.
Ci vivono dominicani e haitiani, assieme.
Lunghissime spiagge e sterminate piantagioni di canna da zucchero.
La linea dell’orizzonte non è così netta tra mare e cielo.

In Repubblica Dominicana si beve rum… e cocco.
Si ascolta musica e si balla, sempre.
Si ride.
Si è felici.

… l’articolo continua su That’s Smart Way, per leggerlo clicca qui

Mappe e aeroplanini

IMG_7477

E’ un paio di giorni che la mia bacheca di Facebook è invasa da mappe e aeroplanini, di amici e parenti che si mettono in viaggio per tornare a casa per Natale.
Questa è proprio una di quelle cose che adoro del Natale e che nessun’altra ricorrenza riesce a fare.
A Natale si torna a casa.
Che tu viva dall’altro capo del mondo, che tu non vada poi così d’accordo con la famiglia, che tu non creda nel Natale… in ogni caso torni a casa.
Natale è famiglia, è un pranzo di 12 ore con i parenti, è la tombola a 10cent a cartella, è l’osso della carne passato di soppiatto al cane, è il caminetto accesso, è lo zio che si addormenta sul divano, è il pino che odora di bosco, è la nonna che ti chiede se hai mangiato abbastanza, è il profumo dei biscotti appena sfornati… è sentirsi a casa, amati, felici.
Consci che per quanto possa essere incasinata, stancante, assillante, la tua famiglia è pur sempre la tua famiglia.
… e così ieri, guardano la bacheca di Facebook, mi immaginavo tutte queste lineette tratteggiate che si mettevano in viaggio, da ogni parte del mondo, per tornare a casa.
E’ stata una sensazione bellissima.

tipi da… ufficio #2

è quello che entra con lentezza esasperante e quando finalmente è a due passi dal bancone… STOP!
L’orologio ha fatto “dlin”
Vuoi non mettere in mostra il fatto di avere un Apple Watch?!
Giammai!!!
… e fu così che io ho, pazientemente, ascoltato il suo orologio leggergli la mail appena arrivata!

Tecnologia, ti prego, portami via!!!!!

P.S. Se non l’avete ancora fatto, leggete il mio ultimo articolo
“A Brunico non serve la neve per essere felici”